Europa: nulla sarà più come prima

La discussione generata durante la conferenza di Taormina/Messina ha finalmente prodotto il MANIEFESTO che vuole alimentare il dibattituto sul futuro dell'UE.

Articolo di Maria Costanza Cau e Antonio Negro per Euractiv

Vision taobuk

Nulla sarà più come prima.

Sembrano tutti d’accordo su questa dichiarazione di principio. Tuttavia, il rischio più grande che corriamo oggi è che “le forze della conservazione” ci abituino all’idea che, anche stavolta, possiamo tornare indietro.

Per questo il Think Tank Vision ha organizzato insieme a Taobuk (The Taormina Book Festival), un weekend di conferenze (dal 2 al 4 ottobre a Messina e Taormina) dal titolo “Il futuro dell’Europa in un mondo post pandemico”: una serie di incontri in cui trenta figure di spicco tra intellettuali, politici, giornalisti, storici e visionari si sono riuniti per discutere idee che abbiano la forza di innescare un dibattito sul futuro dell’Europa.

Una necessità che si fa sentire quantomai urgente in questi giorni, soffocati da una crisi sanitaria, organizzativa ed istituzionale, che ci rende incapaci di fronteggiare la pandemia COVID19.

Le tre giornate sono state caratterizzate da sei sessioni plenarie e tre gruppi tematici. Gli input generati dalle sessioni plenarie e dai gruppi tematici hanno contribuito a produrre un MANIFESTO costituito da 10 idee in grado di alimentare il dibattito riguardante il rinnovamento dell’Unione Europea.

Queste sono riassumibili in:

  1. Next Generation EU viene valutato come un positivo segno di risveglio, che indica che in risposta ad una crisi i governi europei mantengono la capacità di mettere da parte i vecchi tabù e di creare nuove visioni
  2. Next Generation EU deve essere utilizzato per avviare un nuovo modo di pensare e di operare, sia a livello europeo che nazionale. Non deve essere considerata una semplice misura di “emergenza”, quanto piuttosto l’inizio di un nuovo sistema operativo per l’Europa
  3. Il nuovo modo di pensare e di operare deve comprendere nuovi approcci all’innovazione, all’istruzione, all’investimento pubblico, al decision-making e alla responsabilità democratica
  4. La pandemia ha ricordato agli europei il vantaggio di un chiaro controllo e coordinamento centrale delle politiche. Ma la centralizzazione può funzionare solo se combinata ad una partecipazione democratica aperta e costante
  5. A livello europeo, il predominio di decisioni intergovernative ha rafforzato il controllo democratico nazionale, ma a discapito di un efficace processo decisionale collettivo. Affinché il processo decisionale collettivo funzioni in modo efficace, è necessario limitare il potere di veto
  6. Come soluzione più pratica al potere di veto e agli interessi nazionali divergenti, si sottolinea la necessità di un’estensione radicale dell’uso di integrazioni multiple, note anche come geometrie variabili
  7. livello europeo, la politica, i movimenti, i partiti devono diventare genuinamente transnazionali L’innovazione rappresenta la più grande speranza dell’Europa, ma anche la sua più grande debolezza. Gli investimenti in R&S a livello nazionale devono essere portati a livello cinese, giapponese e statunitense
  8. L’educazione rappresenta la gloria passata dell’Europa, ma ora ha bisogno di un reset per far sì che ne rappresenti il futuro. È necessaria una nuova espansione del programma Erasmus (includendo anche i funzionari pubblici). Inoltre, è importante elaborare specifiche politiche per creare un dibattito a livello europeo attraverso media nuovi e tradizionali
  9. L’investimento pubblico è stato pesantemente trascurato, nella sanità, nell’istruzione, nelle infrastrutture, nel web. Next Generation EU deve diventare strutturalmente integrata nella pianificazione futura dell’UE, ma anche fungere da punto di raccolta per i programmi nazionali di aumento degli investimenti pubblici (che dovrebbero essere esclusi dal Patto di Stabilità)

Questi sono i primi input. Ne seguiranno altri in una serie di incontri che Vision Think Tank sta organizzando, volti a generare un dibattito serio, costruttivo ed efficace che sia in grado di far fare all’Europa e all’Italia quel salto di qualità che oggi è percepito sempre più come una necessità ed una vera e propria questione di sopravvivenza.

Follow Us

Partner

vision and value logo

© 2020 Vision & Value Srl | vicolo della Penitenza 10 – 00165 Roma | P. IVA 04937201004
Credits elmweb